Articoli

Lo strascico dell’abito nuziale è un dettaglio importante e irrinunciabile per una sposa che voglia avere un look principesco nel giorno del matrimonio.

Lo strascico può essere di varie misure. Potrà essere appena accennato, tale da formare una piccola coda come prolungamento dell’abito da sposa, ma potrà anche arrivare a diversi metri di lunghezza.

Attenzione a valutare bene la misura dello strascico. Infatti, oltre ad essere ingombrante e di non facile gestione, lo strascico dovrà essere adeguato all’altezza della sposa in modo tale da creare un effetto armonioso.

Se la sposa è alta va benissimo anche uno strascico molto lungo, ma se la sposa è minuta sarà meglio optare per una coda più corta e proporzionata alle sue misure.

Molte case di moda e stilisti di abiti da sposa propongono abiti nuziali con lo strascico staccabile, in modo tale da rendere la sposa solenne durante la cerimonia in chiesa, ma più libera di muoversi durante il ricevimento nuziale.

 

La scollatura dell’abito nuziale è uno dei punti focali per caratterizzare il look della sposa.

Molte sono le tipologie di scollatura per l’abito bianco e spesso da un atelier sartoriale di abiti da sposa vi verrà consigliato quale sia la scollatura che si adatta meglio alla vostra corporatura.

Se vogliamo seguire le tendenze moda sposa 2020 possiamo notare che moltissimi marchi e stilisti di abiti nuziali puntano su una sposa sensuale.

Gli abiti bianchi presentano quindi delle profonde scollature sia sul davanti che sul dietro che mettono in evidenza le spalle e la schiena.

Le scollature sono omerali, abbinate a corpetti avvitati e a trasparenze di pizzo che creano eleganti giochi di vedo-non vedo, molto femminili e mai eccessivi.

Le scollature che mostrano le spalle si adattano a quasi tutti gli stili di abiti da sposa, sia che si desideri un modello principesco con importanti ball gown, sia che si preferisca modelli di abiti nuziali più geometrici e lineari, ma anche per abiti da sposa romantici totalmente realizzati in pizzo.

Se ritenete che la scollatura che mostra spalle e schiena risulti eccessiva per la cerimonia in chiesa, si potrà abbinare all’abito nuziale un coprispalle o una mantella, da togliere dopo la cerimonia.

 

 

Chi accompagnerà la sposa all’altare? Domanda lecita, anche se nella maggioranza dei casi la sposa sarà accompagnata dal suo papà.

Si tratta di un momento di grande emozione non solo per la sposa, ma anche per il papà che ricopre un ruolo importante e molto significativo nella cerimonia nuziale, infatti la sorreggerà con il suo braccio sinistro forte e confortante lungo la navata della chiesa per consegnarla al futuro marito.

Se il papà dovesse mancare, il ruolo di accompagnatore dovrà essere ricoperto da un fratello maggiore, da uno zio, da un caro amico di famiglia che sia stato importante per la crescita emotiva della sposa, oppure dalla mamma.

Chiunque accompagni la sposa all’altare avrà un ruolo importantissimo e molto emozionante che resterà impresso nella mente per tutta la vita. Dovrà essere inoltre un sostegno morale ed emozionale per la sposa, un braccio dove potersi poggiare e trarne forza e coraggio per affrontare con amore e felicità uno tra i momenti più importanti di tutta la vita!

Uno dei crucci nell’organizzazione del ricevimento nuziale è la disposizione dei tavoli e dei posti a tavola.

Spesso gli sposi non sanno se sia meglio decidere per un tavolo imperiale dove, al centro saranno posizionati gli sposi o tavoli rotondi e separati con un tavolo principale per gli sposi.

Se si decide per l’opzione dei tavoli separati ed un tavolo principale per gli sposi anche qui si dovrà distinguere se il tavolo degli sposi sarà accompagnato dai genitori e dai testimoni o sarà destinato esclusivamente per gli sposi.

Quanti dubbi! Quale sarà la scelta migliore?

Chiaramente non esiste una scelta migliore, ma la scelta deve essere fatta sui gusti degli sposi e sullo stile del matrimonio.

Se gli sposi hanno scelto un tavolo a parte solo per loro l’unica regola è che la sposa sieda alla sinistra dello sposo. In questo modo i novelli sposi potranno godere di qualche momento di intimità per scambiarsi qualche tenerezza o impressioni del wedding day. Poi si potranno alzare a passare a salutare gli invitati, scambiando chiacchiere e ringraziamenti.

Se invece al tavolo degli sposi siedono anche genitori e testimonio ci sono delle regole di galateo che si devono seguire.

Accanto alla sposa, alla sua destra, siederanno:  il padre dello sposo, una testimone, il padre della sposa e un’altra testimone.

Accanto allo sposo, alla sua sinistra, siederanno:  la madre della sposa, un testimone,la madre dello sposo e un altro testimone.

 

 

Durante i preparativi delle nozze gli sposi si trovano a dover determinare moltissime scelte su materie di cui magari sono completamente all’oscuro.

Una scelta molto importante è l’auto delle nozze.

L’auto degli sposi è la vettura che andrà a prendere la sposa per portarla in chiesa e poi accompagnerà la coppia alla location del ricevimento nuziale.

Ma cosa è necessario sapere riguardo l’auto degli sposi per non incorrere in cattive sorprese proprio il giorno delle nozze?

Per tutte le auto in generale dovrete essere informati su quali siano i costi e se comprendono tutto: noleggio, chilometraggio, carburante, addobbi floreali, pedaggi autostradali, autista.

Poi dovrete concordare il percorso e se, ne avete la necessità, un prolungamento sull’uso dell’auto.

L’auto di nozze dovrà essere abbinata allo stile e al tema del matrimonio. Se avete deciso per un’auto d’epoca assicuratevi che abbia l’aria condizionata, soprattutto se si tratta di un matrimonio estivo, che possa percorrere qualsiasi tipologia di strada e che sia sicura e ben tenuta.

Se desiderate una super sportiva considerate che, generalmente, gli interni non sono molto spaziosi e questo potrebbe creare dei problemi per l’ingombro dell’abito da sposa.

Affidatevi a professionisti seri e professionali per il noleggio della vostra auto di nozze e non esitate mai a chiedere consigli e indicazioni alla vostra wedding planner.